Tigullio a Teatro 2018

18ª edizione di Tigullioa Teatro – Villa Durazzo, Santa Margherita Ligure., 20-21-22-23 agosto (chiesa di San Lorenzo della Costa)

ore 20.30 degustazioni di vini liguri offerti da

Enoteca ROSSANTICO C.so Matteotti S. Margherita L.

ore 21.00 inizio spettacoli con ingresso libero

 

20, 21 e 22 agosto, in caso di maltempo,

gli spettacoli avranno luogo all’interno di Villa Durazzo

 

direzione artistica Pino Petruzzelli

 

coordinamento Paola Piacentini

responsabile tecnico Francesco Ziello

video Pietro Barabino

grafica Silvia Piacentini

organizzazione Teatro Ipotesi

info

Villa Durazzo 0185.293135

www.livesanta.it

www.teatroipotesi.org

www. facebook.com/teatroipotesi

 

20 agosto

Villa Durazzo

TEATRO NAZIONALE GENOVA

TEATRO IPOTESI

MEDITERRANEO

di e con PINO PETRUZZELLI

 

Alla scoperta delle storie di chi abita il Mediterraneo, in viaggio con Petruzzelli.

 

Lo spettacolo nasce dagli ultimi viaggi nel Mediterraneo di Pino Petruzzelli:

“Ho navigato un Mediterraneo di straordinaria bellezza paesaggistica, artistica e culturale, facendo rotta tra saline, porti, moli, boe e camminando tra ulivi, viti e deserti. Ho letto le terre in cui approdavo attraverso i pensieri, i lavori, la quotidianità e la cultura di chi le abita. Ho riso grazie al fantasioso e pragmatico umorismo mediterraneo. Ho incontrato chi, a causa della guerra, ha sofferto la perdita di un padre, di un fratello o di un amico. Ho raccolto, pescato, strappato al nostro mare le sue grandi piccole storie.

Al ritorno, anche questa volta, il viaggio si è trasmutato in teatro.”

Questo è MEDITERRANEO: un vitale mosaico di voci, storia e attualità.

 

21 agosto

Villa Durazzo

CASA DEGLI ALFIERI – TEATRO E NATURA

PAESAGGI. Villa Durazzo fra il visibile e l’invisibile

musiche live GIAMPIERO MALFATTO

di e con LORENZA ZAMBON

 

Alla scoperta dell’universo che c’è tra l’orizzonte e i nostri occhi, in Liguria.

 

Lo spettacolo è uno sguardo sul paesaggio visto come “grande opera” comune dell’uomo e del pianeta nel tempo e prevede, ad ogni tappa di questo “viaggio in Italia”, una riformulazione, riscrittura e riambientazione per aderire al luogo a cui di volta in volta è dedicato. Questa tappa fa di Villa Durazzo il luogo di osservazione privilegiato sul paesaggio ligure e sulla sua evoluzione: dalla formazione geologica allo sviluppo del suo particolare habitat naturale, dalla prima colonizzazione umana alla creazione, nel tempo, del suo peculiare paesaggio storico agricolo, urbanistico, culturale. La grande terrazza della Villa, immersa nel parco e aperta sul mare, diventerà un luogo magico in cui l’invisibile si rivela.

 

22 agosto

Villa Durazzo

LUNARIA TEATRO

MARUZZA MUSUMECI

di ANDREA CAMILLERI

scene e costumi Giorgio Panni e Giacomo Rigalza

con PIETRO MONTANDON regia DANIELA ARDINI

 

Alla scoperta di un Mediterraneo dove le persone “odorano di mare e di terra”.

 

“Maruzza Musumeci” è uno spettacolo che la regista genovese Daniela Ardini ha tratto dall’omonimo romanzo del maestro Andrea Camilleri, una storia ambientata dal padre di Montalbano nella sua immaginifica Vigata negli anni a cavallo tra ‘800 e ‘900 e che, senza scomodare il celeberrimo commissario, racconta le peripezie di Gnazio Manisco uomo “terragno”, legato cioè alla terra più che al mare che, in un mondo sospeso tra mito e realtà, finirà per sposarsi con Maruzza, misteriosa e bellissima giovane che scopriremo essere una sirena. Protagonista è Pietro Montandon, attore del Teatro Stabile di Catania e della Compagnia Internazionale Mummenschanz con la quale ha girato il mondo per otto anni.

 

23 agosto

Chiesa di San Lorenzo della Costa

REGIONE LIGURIA  TEATRO IPOTESI  TEATRO NAZIONALE GENOVA

LIGURIA DELLE ARTI

GIACOMO MONTANARI, storico dell’arte, racconta il “Trittico di Sant’Andrea”

GIACOMO BIAGI al violoncello interpreta GIACINTO SCELSI

PINO PETRUZZELLI legge CAMILLO SBARBARO e EUGENIO MONTALE

 

Alla scoperta del “Trittico di Sant’Andrea” e delle Arti di Liguria.

 

Se cerchi un capolavoro, vai a Santa Margherita Ligure. Magari arrivaci via mare. Quel mare famoso per i suoi fondali ricchi di corallo rosso. Se sei un buon camminatore parti dal porticciolo del paese e sali. Sali per una carrozzabile tra terrazzamenti di ulivi e viti. Il percorso è già un premio, ma nella frazione di San Lorenzo della Costa troverai quello che cerchi. Nella Chiesa parrocchiale è custodito il “Trittico di Sant’Andrea”. Questa straordinaria opera, oltre a essere di alto valore artistico, è anche avvolta da un mistero: chi la dipinse? A detta degli esperti dovrebbe essere stata “concepita ed eseguita sotto l’influenza immediata della raffinata pittura di Hans Memling”.